le mie notti insonni

2 comments




Canto la notte, il suo fascino e le molte volte che è fonte d’ispirazione per me che soffro d'insonnia e per coloro che amano lasciarsi avvolgere nel suo fatato e ovattato mantello di silenzio.

Ecco che l'immaginazione diventa una cara vagabonda, senza alcun freno.

E in quella soffice foschia illuminata debolmente dalla luna e dal tiepido chiarore di luci artificiali sull’asfalto, si possono udire quasi distintamente quei suoni celati dal giorno.


Nella magia della notte, con i suoi lampioni, il silenzio a volte interrotto brevemente dalle auto che si dileguano in fretta, si sente il soffio del vento. E anche il suono dei misteriosi animali notturni che si nascondono nel buio.





Di notte sembra di vivere un sogno consapevole in cui non si riesce a comprendere dove comincia la realtà e termina la fantasia.





Nel canto della notte alcune persone  diventano filosofi, poeti, musicisti, anche se non a tutti è dato il dono di tradurre le emozioni attraverso il linguaggio artistico.

Ma che importa? La notte è magica malinconia e anche romanticismo!

Può emergere la sofferenza che la luce nasconde ma all'apparire della luna emergono i desideri accompagnati dalla nostalgia delle cose perdute e le lacrime bagnano il cuscino.


Di notte la creatività nasce prepotente per chi vuole assaporarne ogni singolo istante fino a quando il sonno non prende il sopravvento e ci s’immerge nei sogni, quelli veri, quelli che sfuggono totalmente al nostro controllo.

Immagine correlata

Una persona curiosa non riesce a resistere all’attrazione magica della notte e vuole cercare quei segreti che le cantano nel silenzio.
Per scoprire se stessa e sciogliere i nodi alla fantasia.



Nel profumo di oscurità respiriamo profondamente e molte volte ci distraiamo e ci lasciamo ammaliare al punto di far rallentare l’orologio e perdere la cognizione del tempo.

La notte è il rifugio degli inguaribili sognatori e certamente di notte sono stati creati i più grandi capolavori della storia.

Risultati immagini per pensieri sulla notte immagini belle

Nel misterioso cammino della notte lasciamo libero sfogo al desiderio particolare di aprire gli occhi della nostra anima.



un nostalgico violino canta i nostri sogni




Hanno detto o hanno scritto:

La notte è calda, la notte è lunga, la notte è magnifica per ascoltare storie. Antonio Tabucchi
***
Camminare all’aperto, di notte, sotto il cielo silente, lungo un corso d’acqua che scorre quieto, è sempre una cosa piena di mistero, e sommuove gli abissi dell’animo. Hermann Hesse (in me canta la preghiera al cielo -Lucia)
***
La notte ci piace perché, come il ricordo, sopprime i particolari oziosi. Jorge Luis Borges
***
Ascoltate i pensieri, i presentimenti della notte, perché, in quella pace, come sommesso rumore lontano, si fa la coscienza sentire.
Niccolò Tommaseo



G. Gaber: Le strade di notte. (La canzone di Paolo quando tornava a casa dopo un viaggio)
Leggi tutto

La musica del Silenzio

4 comments


L'immagine dona a chi osserva un momento ovattato del silenzio che la nebbia crea

THE SOUND OF SILENCE

“Ciao, oscurità, vecchia amica
sono qui per parlarti di nuovo
perché una visione arrivando dolcemente

ha lasciato i suoi semi mentre dormivo
e la visione
che si è fissata nella mia mente
rimane ancora
dentro il suono del silenzio…”

In sogni senza riposo io camminai da solo
in strade strette acciottolate
nell’alone di luce di un lampione
sentii il mio colletto freddo ed umido
quando i miei occhi furono abbagliati
dal lampo di una luce al neon
che spezzò la notte
e intaccò il suono del silenzio.

E nella luce fredda io vidi
diecimila persone, forse più.
Persone che parlavano senza dire nulla
persone che ascoltavano senza capire
persone che scrivevano canzoni che le voci non potevano cantare assieme
e nessuno osava
disturbare il suono del silenzio.

Pazzi” dissi io “voi non sapete
che il silenzio cresce come un cancro”
“Ascoltate le parole che io posso insegnarvi.
Prendete le mie braccia così che possa raggiungervi.”
Ma le mie parole cadevano come gocce di pioggia silenziose,
e ne usciva l’eco dai pozzi del silenzio.




Con queste parole, in un concerto di emozioni , ha inizio la mia fantasia.
Basta chiudere gli occhi e lasciarsi trasportare dalle mille immagini che la mente e il cuore mi suggeriscono.
Armonia di suoni e parole che vorremmo non cessasse mai.
E quando giunge alla fine, si avverte il bisogno di ascoltarla ancora una volta.
E ancora un’altra volta.

Paul Simon & Art Garfunkel





La canzone esce negli Stati Uniti il 10 marzo del 1964.
Si dice sia stata composta in sei mesi.
Una riga al giorno.
Una riga al giorno per comporre una poesia indimenticabile di cui ancora molti non hanno compreso il significato.
E forse non lo vogliono nemmeno conoscere.
In fondo i capolavori, si dice, che debbano essere contemplati e mai spiegati.
Spiegare una poesia potrebbe svuotarne la sua intima voce.


Ascoltando con attenzione le parole, il messaggio principale lanciato da Paul Simon sembra essere la difficoltà dell’uomo a comunicare con i propri simili.
I testi racchiudono luce artificiale e oscurità.
Niente stelle, né luna.
Nessuna traccia della natura.


"L’illuminazione proviene da un freddo neon che abbaglia lo sguardo di Paul mentre s’incammina verso un tragitto solitario e ignoto, dopo una visione “rimasta dentro il suono del silenzio.” E il permanere di tale visione suggerisce che si sia trattato di uno di quei sogni che s’imprimono nella nostra mente senza che la veglia lo faccia scivolare nell’oblìo. 
 "

The Sound of Silence significato

Ad accrescerne il successo contribuì anche l’introduzione del brano nel film di Mike Nichols, “Il laureato“, che fece da sottofondo ai titoli di testa e di coda e venne anche usato nella scena più significativa del film, in cui i due protagonisti scappavano in un autobus.



La musica, il silenzio che è musica mi ricorda il dolore, la sofferenza che esiste nella mia vita.
Ciò che fino a ieri sembrava importante, cessa di avere lo stesso significato quando il dolore irrompe nella vita.
Grande o piccolo che sia, il dolore muta la vita di una persona.
Per sempre.

Quell’uguale belato era fraterno | al mio dolore. Ed io risposi, prima | per celia, poi perché il dolore è eterno, | ha una voce e non varia. Umberto Saba

Più parole potenti e azioni generose ha ispirate il dolore agli uomini, che la gioia. Niccolò Tommaseo
***
Quanto più a fondo vi scava il dolore, tanta più gioia potete contenere. Kahlil Gibran



pensieri e citazioni sul dolore

Leggi tutto

Carlo

3 comments
Caro Carlino

Non sei vissuto su questa terra
come uno sconosciuto, un estraneo.
In noi il ricordo di te sarà per sempre.

Hai camminato, cantato questo mondo
come nella casa che hai ricostruito.
Hai creduto al grano, alla terra, al mare
Ma prima di tutto
hai creduto all'Uomo

Hai amato le nuvole, le macchine, i libri
i il disegno.
Ma prima di tutto
hai amato la tua donna: Alessandra.

Hai ascoltato la tristezza del ramo che si secca
dell'animale ferito
del dolore dell'uomo.

Ora in un Cielo azzurro
dove tutto è gioia
guardaci,
sorridi a chi tanto ti ama
con quel  sorriso particolare
che si rispecchiava nei tuoi occhi chiari.

E ricordati anche di noi che
siamo entrati nella tua vita, magari per poco tempo.

Arrivederci Carlino. (lucia)
Leggi tutto

Partire

2 comments

Risultati immagini per boschetti per raccogliere castagne immagini




Autunno
di dolore
di sofferenza
di tristezza gridata alle nude pareti,
notti popolate da ricordi
Autunno
di rami che perderanno le foglie
di vite imploranti  respiro...
Autunno
di occhi senza più lacrime.
Di amore e dolore
Autunno 
mi ricorderò di te. (Lucia)


Quando una persona che ami, muore, ti lascia una grande responsabilità quella di diventare improvvisamente e definitivamente, grande.
Gesù disse ai discepoli: "E' bene per voi che io me ne vada, perchè così diventerete ciò che dovete essere".
E' partito tragicamente un amico giovane, un amico dei miei figli. Il marito e il padre di tre creature che ho conosciuto e che aveva tanta gioia di vivere che parrà insopportabile sorridere  un giorno, in un tempo nuovo.
Da tempo so che la vita non è completa senza la morte. E che morire non è solo triste.
Tutto sommato è stato bello averlo conosciuto e riconosciuto nel suo amore per Alessandra.
Signore fatti più vicino a noi che restiamo, ad Alessandra ai suoi figli.
Lo so, lui è felice ormai. Ma noi??? Perchè?
Non rispondermi, Signore, Tu sai perchè e questo basta. Però non andartene......

Risultati immagini per fucile cacciatore castagne immagini





Carlo con Alessandra, domenica desiderava fare una passeggiata e raccogliere castagne
Un fucile ha fermato la sua vita. E'  giusto.? Il cacciatore introvabile.......
Leggi tutto

pensieri seri

2 comments
Immagine correlata


Canto e rifletto su di una poesia di G. Leopardi dal titolo: "Alla sua donna".
Leopardi era ateo, ma quando parlava di se, della vita, dell'uomo, si stupiva e si meravigliava della grandezza che aveva davanti e così ispirato scrisse questa poesia che altro non è che uno strepitoso inno alla Bellezza.

Se dell'eterne idee
L'una sei tu, cui di sensibil forma
Sdegni l'eterno senno esser vestita,
E fra caduche spoglie
Provar gli affanni di funerea vita;
O s'altra terra ne' superni giri
Fra' mondi innumerabili t'accoglie,
E più vaga del Sol prossima stella
T'irraggia, e più benigno etere spiri;
Di qua dove son gli anni infausti e brevi,
Questo d'ignoto amante inno ricevi. 


Bellezza infinita. Destino infinito. Mistero che fai tutte le cose, in alcuni giorni quasi ti posso toccare tanto ti sento vicino. In altri momenti non riesco a rintracciarTi, non riesco a incontrarTi; ma sento che ci sei, perchè il reale che mi circonda è talmente grande che lo stupore diventa preghiera, diventa respiro.
Non è più bello così?
Non è più giusto così?
Quando mi accorgo di avere come orizzonte al mio desiderio d'infinito, non è più bello aderire?
Accettare di essere amati e di poter amare l'infinito è l'atto più umano che io conosca.



Immagine correlata
Leggi tutto

Profumo di giorni profumati

7 comments


Immagine correlata

Da giorni ho un grande desiderio: la pioggia!
Il profumo inconfondibile della terra bagnata.

Ascoltare il ticchettìo che cantano le gocce è la loro canzone di sempre.
Risultati immagini per la pioggia buona immagini particolari
Le lascerei scivolare sul  viso  ad una ad una e poi guardare l'ombrello che le trattiene
 con allegria e di tanto in tanto sbirciare per guardare il cielo
contemplando le nuvole striate e lucenti.

La pioggia è romanticismo quando è quella pioggia buona che....picchia argentina sui tegoli vecchi.....
Inumidisce le nostre labbra.
Disseta la terra.(oh la mia terra tanto assetata!)
Imperla le foglie.


Saggistica Tree Frog Sfondo Desktop

La pioggia è rinascita, è vita.
Accarezza e schiaffeggia.
Confonde il tuo volto tra la folla di ombrelli colorati.
Nasconde le tue lacrime.
Riporta alla mente gli odori della tua infanzia.
E vien dolce il desiderio di rallentare, di fermarsi un po’ ad ascoltare il suono della natura.
Il luccichìo dei lampioni e il paesaggio lucido….
Sempre diversa, può rallegrare l’animo o incutere timore.
Pozzanghere di forme diverse ammantano strade e giardini.
Fermiamoci a guardare.
Fermiamoci ad ascoltare.
La pioggia è poesia.


Ma non ti amo pioggia che fai straripare i fiumi allagando città distruggendo ciò che l'uomo ha faticato. Vorrei ritrovarti nel dolce "plin plin" mentre ti tuffi nelle pozzanghere e  mi ricordi gli stivaletti rossi e gialli dei miei bimbi....
Risultati immagini per la pioggia buona immagini particolari


Signore grande e misericordioso la pioggia è benefica! Mandacela!
Leggi tutto

Il distrattone

7 comments




 L'albero fuori dalla mia finestra è ancora carico di foglie, ma proprio tante! 

Non sono nemmeno gialle e  non hanno l'aria accartocciata. 
Secondo me rimarranno lì per tutto l'inverno. 
Le guardo e hanno lo stesso colore caldo del tè verde che bevo a colazione. 
E guardare questo albero dalla chioma insolitamente folta mi fa sorridere. 
Noi condomini, con le mani dietro la schiena e il naso rivolto all'insù, sapremo che non è un risultato dell'effetto serra, semplicemente è un albero distratto, e forse un po' vanitoso, che si è dimenticato di adeguarsi alle stagioni. 
L'arrivo dell'autunno non è bastato a fargli abbandonare le foglie.
Ecco cosa succede al mio albero. 

E' rimasto affezionato all'estate.
Io invece sono contenta che l'autunno sia alla porta.  Care le mi stagioni, avanti pure.
Il mio albero se ne sta tutto ciccione a sorridermi da fuori la finestra. 

Io me ne sto cicciotta in salotto tutta comoda a guardarlo orgogliosa perchè un albero distratto è un albero sognatore, un po' come me.
Anzi è proprio come me che sono rifiorita per un Erpes Zoster!!!


Giochi d'ombre


Leggi tutto

Nella salvezza finale . viviamo l'eterno

7 comments



Non ho mai preso un aereo: il motivo principale è che : Paolo ha viaggiato molto, per lavoro e ora s'è impigrito e non manifesta desideri di viaggi! Ogni tanto gli propongo una tappa ad Assisi e lui mi risponde......"ma poi ci stanchiamo!"
"E va bene...ma poi ci riposiamo!" Dopo di che il discorso si chiude. Fino ad mio prossimo desiderio.


Tutto questo per dirvi che oggi è venuto a trovarmi un amico, che viene a trovarmi tutti i giorni, e mi ha raccontato del suo ultimo viaggio a Parigi. 

"sono partito in una giornata di pioggia e di freddo. Una giornata grigia.....con grosse nuvole grigie.....l'aereo è partito e quasi subito è uscito dalle grosse nubi e, son sobbalzato dallo stupore.... stupore!!.....sopra c'era il sole! 
Risultati immagini per sole nel cielo e l'aereo immagini
Bellissimo!! E ho pensato ci dispiaciamo per la pioggia e ci dimentichiamo che il sole c'è ugualmente!!! C'è sempre!"

Ascoltare questo caro amico mi entusiasma a tal punto che dimentico i gravi disastri di questi giorni.

Perchè c'è il male nel mondo?

E' una domanda che tanti si pongono, una domanda che punta il dito su quel che contraddice il desiderio di bene che ognuno ha in sè; perchè noi, uomini e donne, che siamo fatti per il bene agiamo invece così male, riempiendo il mondo di dolore?

Avrei  tanto da dire....Maghi astrologi, oroscopi, scongiuri: mai, forse, siamo stati, da questo punto di vista, in un mondo tanto pagano.

Sono stata accusata di leggere troppo il Vecchio Testamento (e di amare gli ebrei che.......l'assurdo che mi ha fatto rizzare i capelli, che hanno messo in croce Gesù")
in questo caso, bisogna proprio riandare a prima di Cristo, per ritrovare un'umanità così spaventata dal futuro da affidarsi a profezie e oroscopi per cercare di prevenire i colpi. 

Poi è arrivato il Cristianesimo, poi è arrivato Sant'Agostino che ha affermato che la libertà umana, non gli astri decide delle sorti del mondo. 

C'è l'idea della salvezza finale, per cui il problema non è prevedere cosa accadrà domani, ma vivere per l'eterno.

Chesterton ha detto:"Da quando gli uomini non credono più in Dio, credono a tutto".


Ritta sulla porta di casa
Attendo.
Sul volto non si legge
l'ansia del cuore.
Ma il sorriso nasconde
un'attenta attesa. (nonna Lucia)



PS: io leggo molto il Vecchio Testamento perchè è la completezza del Nuovo e poi Gesù con i discepoli di Emmaus cosa chiedeva loro? Vale la pena ripassare. In più ho esercitato per 40 anni la catechista, la vita di Gesù la conosco bene. Il V.T. che racconta un'infinità di aneddoti.....va letto!!!!
Leggi tutto

Ave Maria Dolce Maria

1 comment


Ave Maria
Dolce Maria
nelle Tue mani
prendi il cuore mio.
Ave Maria
Dolce Maria
nelle Tue mani metti il cuore mio
Ave Maria
Dolce Maria
nelle Tue mani
hai portato Dio.
Madre purissima
prega per me
Donna bellissima
prega per me
il Figlio
Tuo
Prega per me.
Leggi tutto

11 Settembre: il male che credono sia per il bene.

2 comments
Risultati immagini per 11 settembre 2001 torri gemelle immagini

Sono trascorsi 16 anni da quel terribile giorno in cui guardando le immagini e pensando ai miei figli e alla mia nipotina dissi a mio marito: "Ma che mondo stiamo preparando  per i nostri figli?"
a cui subito, è seguita  quest'altra: "ma come sono possibili queste cose? Come è possibile che in nome di Dio, che è Misericordia, (anche l'Islam chiama Allah "il misericordioso") facciamo queste cose?
Provo a darmi una risposta che pare banale, ma non lo è: si tratta di donna Prassede dei Promessi Sposi.
Come sappiamo, è la donna a cui viene affidata Lucia, dopo che è stata liberata dall'Innominato che era un deliquentone pentito....
Donna Prassede era una gentildonna molto dedita a far del bene; cioè come spiegava il Manzoni: tutto il suo studio era di assecondare il volere del Cielo, ma riusciva solo a confondere il bene del Cielo con quello del suo cervello!
Pensare cioè di aver capito tutto: prendere se stessi per Dio.
Su questo tema si pronuncia anche Hannah Arent che ci dona questa frase: "Oggi è raro incontrare persone che credono di possedere la verità; ci confrontiamo invece costantemente con quelli che sono sicuri di avere ragione"!.
E' il dramma del momento presente.
Neghiamo che esista una verità, una Verità con la maiuscola, più grande di noi, più grande del cervello di ciascuno di noi a cui dobbiamo inchinarci, consapevoli che non riusciremo mai a comprenderla interamente, che dobbiamo umilmente cercare di servirla e al suo posto ciascuno ha innalzato l'idolo della propria ragione, di quel che la propria ragione può comprendere, può misurare.
Ma gli idoli lo sappiamo esigono sempre sacrifici di sangue!
Ci salva però la religiosità.
La religiosità vera.
Perchè più il nostro cuore è votato alla religiosità tanto più riconosce la sua distanza da Dio.
La risposta alle mie due domande sul perchè del grande male, dell'orribile male alle torri gemelle, è che questo male viene perpretato in nome del bene. 
Cioè quel male, a cui ne sono seguiti altri, tanti altri, viene compiuto da chi non si pente perchè è certo di fare il bene, nasce anche un'altra terribile domanda: questo male si può perdonare? Non è un male imperdonabile? Ci penserà il Giudice giusto. 
Ora vi faccio conoscere la lettera che Padre Ghristian, l'abate di Tibhirine in Algeria, ci ha lasciato.
Immagine correlata

"Se mi capitasse un giorno – e potrebbe essere oggi – di essere vittima del terrorismo che sembra voler coinvolgere ora tutti gli stranieri che vivono in Algeria, vorrei che la mia comunità, la mia Chiesa, la mia famiglia, si ricordassero che la mia vita era “donata” a Dio e a questo paese.

Che essi accettassero che l’unico Signore di ogni vita non potrebbe essere estraneo a questa dipartita brutale.
Che pregassero per me: come essere trovato degno di una tale offerta?
Che sapessero associare questa morte a tante altre ugualmente violente, lasciate nell’indifferenza dell’anonimato.
La mia vita non ha valore più di un’altra. Non ne ha neanche di meno. In ogni caso non ha l’innocenza dell’infanzia.
Ho vissuto abbastanza per sapermi complice del male che sembra, ahimè, prevalere nel mondo, e anche di quello che potrebbe colpirmi alla cieca. Venuto il momento, vorrei poter avere quell’attimo di lucidità che mi permettesse di sollecitare il perdono di Dio e quello dei miei fratelli in umanità, e nello stesso tempo di perdonare con tutto il cuore chi mi avesse colpito.
Non potrei augurarmi una tale morte. Mi sembra importante dichiararlo. Non vedo, infatti, come potrei rallegrarmi del fatto che questo popolo che io amo venisse indistintamente accusato del mio assassinio.
Sarebbe pagare a un prezzo troppo alto ciò che verrebbe chiamata, forse, la “grazia del martirio”, doverla a un Algerino, chiunque sia, soprattutto se egli dice di agire in fedeltà a ciò che crede essere l’Islam.
So di quale disprezzo hanno potuto essere circondati gli Algerini, globalmente presi, e conosco anche quali caricature dell’Islam incoraggia un certo islamismo. E’ troppo facile mettersi la coscienza a posto identificando questa via religiosa con gli integrismi dei suoi estremismi.
L’Algeria e l’Islam, per me, sono un’altra cosa, sono un corpo e un anima.
L’ho proclamato abbastanza, mi sembra, in base a quanto ho visto e appreso per esperienza, ritrovando così spesso quel filo conduttore del Vangelo appreso sulle ginocchia di mia madre, la mia primissima Chiesa proprio in Algeria, e, già allora, nel rispetto dei credenti musulmani.
La mia morte, evidentemente, sembrerà dare ragione a quelli che mi hanno rapidamente trattato da ingenuo, o da idealista: “Dica, adesso, quello che ne pensa!”.
Ma queste persone debbono sapere che sarà finalmente liberata la mia curiosità più lancinante. Ecco, potrò, se a Dio piace, immergere il mio sguardo in quello del Padre, per contemplare con lui i Suoi figli dell’Islam così come li vede Lui, tutti illuminati dalla gloria del Cristo, frutto della Sua Passione, investiti del dono dello Spirito, la cui gioia segreta sarà sempre di stabilire la comunione,giocando con le differenze.
Di questa vita perduta, totalmente mia e totalmente loro, io rendo grazie a Dio che sembra averla voluta tutta intera per questa gioia, attraverso e nonostante tutto.
In questo “grazie” in cui tutto è detto, ormai della mia vita, includo certamente voi, amici di ieri e di oggi, e voi, amici di qui, insieme a mio padre e a mia madre, alle mie sorelle e ai miei fratelli, e a loro, centuplo regalato come promesso!
E anche te, amico dell’ultimo minuto che non avrai saputo quel che facevi. Sì, anche per te voglio questo “grazie”, e questo “a-Dio” nel cui volto ti contemplo.
E che ci sia dato di ritrovarci, ladroni beati, in Paradiso, se piace a Dio, Padre nostro, di tutti e due.
Amen! Inch’Allah.

Algeri, 1° dicembre 1993
Tibihrine, 1° gennaio 1994 
Leggi tutto

conosco veramente l'umiltà?

Leave a Comment




L'inno più bello che conosco sull'umiltà canta:




Magnificat

 


L'anima mia magnifica il Signore  *
e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore,

perché ha guardato l'umiltà della sua serva.  *
D'ora in poi tutte le generazioni
mi chiameranno beata.

Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente  *
e santo é il suo nome:

di generazione in generazione la sua misericordia  *
si stende su quelli che lo temono.

Ha spiegato la potenza del suo braccio,  *
ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore;

ha rovesciato i potenti dai troni,  *
ha innalzato gli umili;

ha ricolmato di beni gli affamati,  *
ha rimandato i ricchi a mani vuote.

Ha soccorso Israele, suo servo,  *
ricordandosi della sua misericordia,

come aveva promesso ai nostri padri,  *
ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre.

Gloria al Padre e al Figlio  *
e allo Spirito Santo.
Come era nel principio, e ora e sempre  *
nei secoli dei secoli. Amen.




Lo potrei commentare così:
"Io ho fatto delle cose che nessuno al mondo saprebbe fare,
sono stata così brava che la storia deve parlare di me, non mi può dimenticare
Probabilmente vi parrà che qui c'è poca umiltà. 
Ma l'umiltà sta nel fatto che è una grande stima di ciò che Dio fa attraverso di noi, in questo caso di Maria.
Questa è l'umiltà vera, l'umiltà cristiana: chiedersi che cose grandi può fare Dio
attraverso quel niente che sono io, siamo noi.

So di non essere umile. So che cambiare è faticoso, ma non so da dove incominciare. 
Ci provo e poi scopro che il mio è un falso concetto dell'umiltà.
Ditemi voi....
Leggi tutto

Che bella età la mia età!!!

11 comments
White, Tulipani, Fiore, Ambientale
L'altro giorno,

una giovane ragazza mi ha chiesto: "Cosa provi ed essere vecchia?"
Vintage, Poco, Ragazza, Collage, Carta
La domanda mi ha sorpreso molto, perchè non mi sono mai ritenuta vecchia anzi, quella parola non mi piace proprio!

La ragazza vista la mia reazione, è rimasta molto dispiaciuta. Le ho subito precisato che, a pensarci bene, la domanda era molto interessante.

Ho riflettuto e ho scoperto che invecchiare è un regalo!
Albero, Albero Di Banyan, Corteccia

A volte mi sorprende la persona che vedo nel mio specchio: in effetti da tempo non mi interesso molto di lei, ma non cambierei nulla di ciò che ho acquisito negli anni.
Di quello che sono ora per una ruga in meno o un ventre piatto!
Chiesa, Torre Campanaria, Religioso

La vecchiaia rende più liberi e più saggi per questo mi piace essere quella che sono!

Mio marito mi osserva silenzioso e sorride se, durante la giornata, gli vado vicino e gli dico:
"vero che il pranzo è stato ottimo? Vero che mi merito un bel bacio?"
Risultati immagini per immagini belle dolore cuore spezzato
A chi altro interessa se leggo o scrivo sul computer fino alle quattro e poi resto a letto dormendo, magari fino a metà mattina?

A chi altro interessa se ballo da sola ascoltando la musica degli anni 50?
E poi mi metto a piangere per un dispiacere nascosto?
Risultati immagini per immagini belle donna che balla
Ecco la libertà di essere stravagante e chiacchierona con tanta ironia festosa!
E poi passare le ore meditando sulla bellezza della natura, fiori, piante....il creato !

Frangipane, Albero, Plumeria


Se potessi andrei al mare per camminare sul bagnaasciuga , avere i piedi spruzzati  di schiuma aspettando le piccole, candide onde baciate dal sole che le rende scintillanti!
Porterei così a spasso questo mio corpo un po' paffuto (non grasso eh!), ritrovando così il sorriso della mia giovinezza e gridare al sole di baciarmi con tenerezza!
Ragazza, Ocean, Estate, Beach, Vacanza
Sono orgogliosa di aver vissuto abbastanza tanto da far ingrigire i miei capelli, ma solo io lo so, perchè li coloro di un bel biondo Lucia!

E' pur vero che negli anni il mio cuore ha sofferto, e soffre ancora, per la perdita di una persona tanto tanto cara, ma nella sofferenza e nella fede, troviamo la forza che ci fa continuare il cammino.


Albero, Alberi, Park, Cielo, Finestra


Il cuore che non si è rotto è sterile, non sa amare e non saprà mai della felicità di essere imperfetto.

Posso ora rispondere alla domanda cantando alla giovane ragazza e a tutti che mi piace essere antica (vecchia) perchè la vecchiaia mi ha reso più saggia e più libera.
Risultati immagini per immagini belle dolore cuore spezzato
So che non vivrò per sempre, ma mentre racconto i giorni vorrei vivere secondo l'amore che ricevo dal Signore e dai miei cari.
Non voglio lamentarmi per ciò che non è stato o preoccuparmi per ciò che sarà: sono stretta nelle grandi braccia di Colui che mi ha accompagnato fin qui e lì voglio restare ringraziandolo per essere stato l'Amore che mi ha accarezzato più del sole!.

Risultati immagini per immagini belle abbracciata da Dio



Leggi tutto
Post precedentiPost più vecchi Home page