io piccola lavavetri....

sabato 21 gennaio 2017

Risultati immagini per Vecchina, chiede passaggio immagini gif belle

Arrivo adesso perchè...non riesco a dormire! Presa la pillola? Sì. poi però ho continuato a seguire le notizie dai paesi colpiti dalle calamità che sappiamo e l'effetto è superato.

Sì, il mio cuore è inquieto.
Sì, continuo a scavare in me stessa e, credetemi, non è proprio felicità.
Vi racconto dall'inizio la mia burrascosa giornata.

Quando mi sono alzata, Paolo mi è venuto incontro, lui è in piedi da una mezz'ora, mi saluta con il solito "buongiorno!" 
Lo fa sempre, anni annorum, ma oggi non rispondo. Perchè "buongiorno!" ? Oggi, non so perchè, vorrei che dicesse "buongiorno tesoro!
.....Se sono arruffata non è proprio colpa sua, almeno lo è e non lo è. Complicata? Sono esattamente una pagina della settimana enigmistica a schema libero.....

Dopo colazione, inizio a pensare al pranzo e preparo la lista della spesa che ho deciso che farò io. (? ?) Bhò, 
Mentre rifaccio il lettone sento la porta d'entrata chiudersi.....Non mi preoccupo.
Inizio a prepararmi per uscire. La lista della spesa è sparita.
Qui il nervosismo aumenta.

Pausa,debbo far chiarezza sul perchè sono nervosa.
Esattamente tre settimane, tre, ho visto un nunù (peluches) cagnolino con la pettorina col n.10, e sotto la pancia ha un manicotto con inserita la boule per l'acqua calda. 
Subito ho pensato alla mia Elena (il n.10 è il numero della maglia del suo Francesco che gioca nel Novara) e ho detto a Paolo "desidererei andare in quel tal negozio; vorrei vedere una cosa".Meglio sempre non specificare " Va bene."
Passa qualche giorno, nessun invito e io ripeto il mio desiderio.
Sono passate 3 settimane 3, da quel giorno. Oggi la mia "povertà come destino" è andata a farsi benedire! 
Preciso che quel tal negozio è parecchio lontano da casa mia. C'è però l'autobus che nei giorni feriali passa ogni mezz'ora e anche di più....
Ormai sono lanciata. Acchiappo il bastone, la borsetta, infilo gli occhiali. Chiavi, telefonino, ho tutto.  Esco. 
Arrivo alla fermata del bus. Passerà tra mezz'ora giusta giusta. Indovinato! 
La giornata è proprio bella e questo mi rincuora. 

Se il conducente non si ferma allo stop non ha tutta la responsabilità

Arriva una macchina che conosco. Infatti si ferma: è Roberto che mi chiede cosa faccio lì!!!??
"Robi, ma sai che aspettavo proprio te?(che bugiarda!) Vai al lavoro?" "Sì, ma prima voglio prendere un caffè".Il bar è lì a due passi.
"mi daresti un passaggio? io andrei da...." " Sì, certo, prendi il caffè con me e poi ti porto".
D'incanto tutto brilla anche i miei occhi. 
Non prendo mai il caffè. 
Gli farò compagnia.... 

Intanto controllo se: sono pettinata bene?, le scarpe sono pulite? Peli di gatto?  Oh, oh, ma oggi ho indossato il mio bel peluches quindi...Tutto OK.
Ritorno a sorridere.


Immagine correlata

Roberto mi porta a destinazione. Lo ringrazio con il nostro grande abbraccio e poi  tutta felice entro nel negozio dove posso girovagare visto che si tratta di un gran supermercato cinese!.

Che bellezza  posso fare ciò che mi piace, guardo di qui e di là, senza che nessuno mi dica "ti muovi?, ti serve? E allora perchè ti fermi? 
Oppure può scendere un silenzio indagatore: "Lo compererà o no? E cosa se ne farà? (almeno penso che siano questi i pensieri di Paolo e vi assicuro che non sono lontana dalla verità). Ho trovato il cagnino porta il n.5. Sono contenta ugualmente. 
Poi un po' di merceria e alcuni detersivi proprio quelli di cui avevo bisogno... ecc.

Guardo l'ora: mezzogiorno. Urka!

Di corsa alla cassa. Pago.
"Scusi, lei sa a che ora passa il bus?"
Non capisce una parola d'italiano!
Mi allontano con la mia spesa, che pesa. Pian pianino.....tanto più di così....
Come farò a tornare a casa?

Le macchine che se ne vanno ce ne sono.  La borsa della spesa: pesa sempre di più. Adesso ho anche caldo.

Sull'angolo c'è un altro supernegozio di materiale golosissimo di questi tempi, televisori, computer,telefonini e simili o di più.

Controllo le persone che escono. 
Questo signore? Hum, Quest'altra ha l'aria di avere fretta. Ecco...forse...Ci provo!
"Signora, mi scusi non è che voi vi fermereste in via....."
Discreta parlo con la signora che ha un bel cagnolino, ma mi risponde il marito.
"Ma certo è proprio sulla strada, non si preoccupi, venga con noi!!!!"

Sono un piccolo lavavetri in pelliccia di visone! 

Sorrido felice e li seguo.
Mi fanno anche accomodare davanti.....
Il mio sorriso è grandioso come i complimenti che faccio al cagnolino.(Sono sincera, ironica ma sincera!)
Il signore ha insistito per accompagnarmi fin sotto casa..."ma non si doveva disturbare...grazie grazie"


Risultati immagini per bellissimo sorriso immagini gif


Ora è Paolo che non parla. Non chiede. Ha dato un'occhiata alla borsa della spesa....ma è rimasto muto. Io anche. Le spiegazioni le avremo nel pomeriggio, forse.




,