Il Gioioso Mendicante

6 comments
Taci usignolo e lascia che canti il mio cuore

Risultati immagini per certe piccole voce libero.it immagini


"Il suono di un liuto si spande nell'aria  accompagnando una voce tenorile:

L'amore non è maschio e non è femmina,
non ha corpo e non ha anima.
L'amore è diverso da noi mortali,
eppure è lo scopo della nostra vita

"E' la voce del giovane Francesco Bernardone o sbaglio?"
"Zitto, lasciami sentire":

Dell'amore non conosciamo il nome o la natura;
ma senza la grazia di Dio,
la sua via ci resta sbarrata.
L'amore non fa breccia
in un cuore senza fede.

"scoppiarono i compagni in un grande applauso e Francesco si inchinò con grazia spontanea. 

"Siete gentili amici. Ma confesso di non essere io il poeta, solo l'umile traduttore ed esecutore. L'autore di questo canto è il grande tedesco Walther von der Vogelweide"




Su una pietra sedevo
una gamba levata sopra l'altra
e il gomito poggiato sul ginocchio
nella mia palma sorregevo il mento.
Così, pieno d'affanno riflettevo
qual sia la vita da tenere al mondo,
come si possan guadagnare beni
che non portino danno, né rovina.
L'onore vi sarebbe e la ricchezza
ma che tanto si battono l'un l'altra,
pur ve n'è un terzo, ed è il timor di Dio
che li supera entrambi, sì prezioso
che in uno scrigno lo vorrei tenere.
Ahimé non può esser che insieme
con i beni mondani viva in cuore.
Strade e sentieri a lui vengon tagliati,
alle spalle è in agguato il tradimento
e la violenza gira per le strade:
ferite son la pace e la giustizia.
I tre non hanno protezione alcuna
se prima i due non tornano a esser sani.


Immagine correlata

E'un piccolo brano del libro che sto leggendo. 
L'autore è Louis De Wohl e il titolo è Il Gioioso Mendicante (Francesco d'Assisi) 

Qui si ripercorre, in una narrazione avvincente e suggestiva, che non significa che falsa la realtà,  la vita di san Francesco e dipinge un vivido ritratto dell'epoca e dei suoi protagonisti, da Federico Barbarossa a santa Chiara, dal sultano Al Kamil a papa Innocenzo III, restituendoci la passione e la generosità di un uomo che scelse di lasciare tutto per vivere nel segno dell'amore per il prossimo.


Risultati immagini per Immagini della copertina del libro Il gioioso Mendicante - San Francesco


Louis De Whol sa collocare le vite dei santi dentro la storia e sa rendere in modo vivo la loro personalità.

Ho già letto: La mia natura è il fuoco ( vita di santa Caterina da Siena), L'albero della vita (vita di santa Elena madre di Agostino) La liberazione del Gigante (Tommaso d'Aquino) La gloriosa follia (narra della figura di san Paolo) .

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

6 commenti:

  1. E' una buona lettura.
    Ciao.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Gus. Louis de Wohl. Lo conosco da tanto tempo. Adoro i suoi libri sempre interessanti e profondi. Buonanotte

      Elimina
  2. Cara Lucia, per me è la prima volta che sento questo nome, dunque capirai la mia ignoranza in questo, comunque grazie di questo interessante post.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso se ti piace leggere, se ti interessano le vite di santi la cui vita è stata particolarmente decisiva per gli avvenimenti della Chiesa. Allora leggi : ad esempio l'albero della Vita che narra come Santa Elena, madre di Costantino ritrova il legno della croce di Cristo. Sarà una piacevole compagnia estiva. Non è noioso, ma coinvolgente. Buonanotte

      Elimina
  3. Lucia, ho visto due commenti che hai fatto su un mio post. Uno lo avevi cancellato, l'altro riguardava un magistrato sotto protezione. Stavo per rispondere ed è sparito anche questo. Non pensare che lo abbia cancellato.
    Bacio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao: nel primo commento avevo fatto parecchi errori di battitura e vergognandomi l'ho cancellato. Il secondo era pressapoco quello che ti ho già riscritto. buonanotte

      Elimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o