Caro Giacomo

5 comments


Immagine correlata

Caro Giacomo,

vorrei che tu fossi ricordato come poeta del destino e non della sfortuna, della malinconia e non del pessimismo.

Come poeta della vita che lotta per trovare la sua destinazione e il suo senso, e non come il poeta della gobba e della gioia negata.

Il destino cercò di chiuderti in tutti i modi, ma più lo faceva, più ti lo traformavi in destinazione di bellezza, in compito creativo, non per questo senza sentirne tutto il peso e la fatica.

Ho conosciuto un ragazzo che arrivò nella mia classe, e fu per me una grande sorpresa, su di una sedia a rotelle.

Aveva una malattia rara e incurabile, invalidante tanto da rendere pericoloso anche un raffreddore e gli aveva già distrutto mani e piedi.

Ma non il sorriso, che tradiva una luce incomprensibile e che incuriosiva me e tutti gli altri miei alunni.

Quel ragazzo era lì a costruire il suo sogno di diventare insegnante.

Aveva capito che ciò che esiste e il suo divenire è regolato da leggi ferree che determinano il movimento degli astri, degli uccelli, delle piante e l'eterno ritorno della luce dopo le tenebre di ogni notte.

Risultati immagini per Immagini strane adatte per i sogni

Su, mortali, destatevi. 

Il dì rinasce: torna la Verità in sulla terra e partonsene le immagini vane. 

Sorgete; ripigliatevi la soma della vita; riducetevi dal mondo falso nel vero.
Ciascuno in questo tempo raccoglie e ricorre coll'animo tutti i pensieri della sua vita presente; richiama alla memoria i disegni, gli studi e i negozi; 
si propone i diletti e gli affanni che gli sieno per intervenire nello spazio del giorno nuovo. 
E ciascuno in questo tempo è più desideroso che mai, di ritrovar pure nella sua mente aspettative gioconde, e pensieri dolci.
Se il sonno dei mortali fosse perpetuo, ed una cosa medesima colla vita; 
se sotto l'astro diurno, languendo per la terra in profondissima quiete tutti i viventi, non apparisse opera alcuna; 
non muggito di buoi per li prati, né strepito di fiere per le foreste, 
né canto di uccelli per l'aria, 
né susurro d'api o di farfalle scorresse per la campagna; 
non voce, non moto alcuno, se non delle acque, del vento e delle tempeste, sorgesse in alcuna banda; 
certo l'universo sarebbe inutile; 
ma forse che vi si troverebbe o copia minore di felicità, o più di miseria, che oggi non vi si trova? 
Io dimando a te, o sole, autore del giorno e preside della vigilia: nello spazio dei secoli da te distinti e consumati fin qui sorgendo e cadendo, vedesti tu alcuna volta un solo infra i viventi essere beato? 

Risultati immagini per Immagini strane adatte per i sogni


La risposta è un grande silenzio. 

Un silenzio che non è una resa.

Noi siamo al mondo per la libera scelta di due persone che si sono incontrate ed amate, e ognuno di quei due deve la vita ad altri due che si sono incontrati in altre circostanze, tutti pieni di speranze nella vita.

Io, sono fatto da questa storia , ho paura, perchè immediatamente sorge anche in me un tuo interrogativo: perchè ci sono anzichè non esserci?
"A che tante facelle? (stelle)/...ed io che sono?".
Un "che" che non è ancora "chi".


Immagine correlata

Solo un cuore amante della "Luce" sa essere amico della notte. Solo una persona che sa di poter perdere la vista sa apprezzare la luce anche quando è molto poca.

San Francesco d'Assisi di fronte alla bellezza delle cose, fi rapito, come te, Giacomo, e non riuscendo a contenere la gioia, avvolto dalla meraviglia, nel ringraziare il Creatore di quella bellezza ha scritto parole altrettanto belle, che tutti potessero ripetere, nella lingua di tutti e di tutti i giorni. 
Risultati immagini per Immagini di luce e di ombre San Francesco d'assisi
Il Cantico delle Creature o Cantico di Frate Sole:
« Altissimu, onnipotente, bon Signore,

tue so' le laude, la gloria e 'honore et onne benedictione.

Ad te solo, Altissimo, se konfàno et nullu homo ène dignu te mentovare.

Laudato sie, mi' Signore, cum tucte le tue creature, spetialmente messor lo frate sole, lo qual è iorno, et allumini noi per lui. Et ellu è bellu e radiante cum grande splendore, de te, Altissimo, porta significatione.

Laudato si', mi' Signore, per sora luna e le stelle, in celu l'ài formate clarite et pretiose et belle.

Laudato si', mi' Signore, per frate vento et per aere et nubilo et sereno et onne tempo, per lo quale a le tue creature dài sustentamento.

Laudato si', mi' Signore, per sor'aqua, la quale è multo utile et humile et pretiosa et casta.

Laudato si', mi' Signore, per frate focu, per lo quale ennallumini la nocte, et ello è bello et iocundo et robustoso et forte.

Laudato si', mi' Signore, per sora nostra matre terra, la quale ne sustenta et governa, et produce diversi fructi con coloriti flori et herba.

Laudato si', mi' Signore, per quelli ke perdonano per lo tuo amore, et sostengo infirmitate et tribulatione.

Beati quelli ke 'l sosterrano in pace, ka da te, Altissimo, sirano incoronati.

Laudato si' mi' Signore per sora nostra morte corporale, da la quale nullu homo vivente pò skappare: guai a quelli ke morrano ne le peccata mortali; beati quelli ke trovarà ne le tue santissime voluntati, ka la morte secunda no 'l farrà male.

Laudate et benedicete mi' Signore' et ringratiate et serviateli cum grande humilitate »

Anche tu, come Francesco, nella notte ti divertivi a contare le stelle, una ad una, era la tua preghiera e la fonte del tuo canto perchè "L'attenzione è la preghiera spontanea dell'anima".


Testo tratto dal libro:L'arte di essere fragili (Come Leopardi può salvarti la vita) di Alessandro D'Avenia 

Post successiviPost più recente Post precedentiPost più vecchio Home page

5 commenti:

  1. Non mi è mai piaciuto Leopardi
    Un caro saluto

    RispondiElimina
  2. In questo libro si impara ad amarlo se già non lo si fa. C'è poi anche il testo di Giussani: Le mie letture preferite che si impara a riconoscere la religiosità del poeta.
    Alessandro D'avenia è eccezionale. Ha scritto solo quattro libri, per il momento, dal primo "bianca come il latte e rossa come il sangue" è stato un crescere sempre migliorando. E' un giovane professore di liceo insegna letteratura. Leggo i suoi libri appena escono. Mia nipote e i suoi compagni avevano chiesto al preside del loro liceo se lo invitava a tenere una lezione....non ha detto "sì" e non ha capito cosa piace ai ragazzi.Crescere non è facile, li sgridiamo perchè hanno sempre in mano il telefonino, e quando ci chiedono di aiutarli a capire le cose che fanno parte della nostra storia, per crescere nel desiderio di cultura.....glielo neghiamo!!!! Un consiglio spassionato leggine almeno uno....Bacio Fiore.

    RispondiElimina
  3. Lucia, con il passare dei giorni Leopardi è diventato ateo e possiamo dire che rappresenta il precursore del nichilismo.
    Bacio.

    RispondiElimina
  4. Partirà una denuncia per stolking!!!!! anche noi ti conosciamo Silvana dai tanti nomi, ma non ignoti. Il suo compagno è uno che s'infiamma subito. E c'è pure un avvocato......Toccala e sei fritta!!!!

    RispondiElimina
  5. Ho tolto il commento di Ailvana, Larissa o il nome che attualmente si è imposta...

    RispondiElimina

Grazie amico/a mia. Grazie se hai letto tutto e ti decidi a scrivere un commento. qualunque sia la tua risposta, scrivi.
Però non amo gli insulti volgari o le parolacce
Arrivederci sarai sempre la benvenuta/o

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...