Il nome di Maria.

lunedì 12 settembre 2016





Per scrivere di Te devo stare in silenzio.
Stare in silenzio non basta.
Per scrivere di Te devo dimorare nel silenzio.
Entro nel silenzio come si apre una porta
e si oltrepassa la soglia e si è dentro casa.

Il silenzio non è un vuoto, è una casa
che mi accoglie nel profumo amico dell'intimità
uno spazio d'anima, il luogo dell'incontro.
Per scrivere di chi Ti ha visto e toccato
devo stare qui dentro:
dentro la casa del silenzio. (Marina Marcolini)


Sei fatta di Cielo Maria, amata Madonnina mia, sei l'amore che vorrei accarezzare mentre t'invoco.
Più di me hai pianto, più di me hai sofferto, camminato, ascoltato. Sei il Tempio dove io posso incontrare Gesù il Tuo Frutto di vita che mi doni ogni giorno a braccia aperte. Nel Tuo manto c'è ancora posto per chi non Ti prega, per chi questa notte non dormirà per un dolore che lo tormenta, per chi non ha una casa e per quell'uomo che attende in pace la morte che sta per accadere.  
Il mio cuore ancora Ti prega di accogliere il mio abbandono alle Tue mani. Amen.