Canto Dicembre!

mercoledì 2 dicembre 2015

Dicembre canta l'inverno, Il freddo, la neve, i termosifoni.
La terra è silenziosa, dorme e l'aria è immota. Più non saettano le verdi lucertole sui muri, l'acqua dei nostri laghi non s'increspa, ma si corazza di ghiaccio. 
Le rondini se ne sono andate lasciando i nidi vuoti e sui fili della luce vediamo un dito di brina.
Dicembre canta il letargo degli animali e per noi che ritorniamo ad abitare con dolcezza le nostre stanze canta il tepore del letto che accoglie le nostre stanchezze e il nostro sonno.
Morbidi scialli riscaldano le sedie e il gatto fa le fusa arrotolato sopra una poltrona. 
La mia preghiera sa di casa, di fuoco e di memorie.
Canta dicembre i poveri alberi che allungano verso il cielo le lunghe braccia schelettriche mentre la terra accoglie un rosso tappeto di foglie.
Profumo di caldarroste. Profumo d'inverno: sul gas un pentolino con chiodi di garofano, cannella, bucce d'arancia e un piccolo pezzetto di mela.......
Dicembre canta le lunghissime notti, la nebbia e il silenzioso parlare con Te.
Ogni sera, ogni mattina: per ringraziarTi dei doni che ci fai. Impariamo l'ascolto. Il silenzio.
"I cieli narrano la gloria di Dio e il firmamento annuncia l'opera Sua"
Sembra che il cielo si sia riempito di stelle e guardandolo  ci sentiamo più vicini a Te. Ecco l'ascolto del cuore, mentre il mondo parla con noi: è il canto del mondo che ci avvolge con lo spirito delle stagioni.
Benvenuto Dicembre. Portaci dalla Luce.