Mont Saint Michel ricordi di un viaggio sognato (E immagini della nostra Sacra di San Michele)

mercoledì 11 novembre 2015







MONT SAINT MICHEL

Dove la bellezza raggiunge 

orizzonti impensabili


E' un'affascinante meta della 

Normandia.


L' Isola conserva il suo fascino medievale, nonostante la sua particolare e difficile accessibilità a causa delle maree che secondo la posizione della luna e della sua forza d’attrazione, variano e sono più o meno forti.

Il fenomeno delle maree,che logicamente, si ripete ogni giorno, rendono il "Mont" ancora più maestoso e attraente.

Visitare il "Mont" con la bassa marea è il momento migliore, quando si può letteralmente passeggiare sul fondo del mare e vedere i lati dell'isola che si
affacciano sull'acqua.



Così Victor Hugo, grande scrittore francese del XIX secolo,
paragona il Mont Saint-Michel alla grande piramide d’Egitto ,
dopo aver definito la rocca
lo spettacolo naturale più incredibile del mondo,
“Il Mont Saint-Michel sta al mare come Cheope sta al deserto”.

A partire dalle 17.00,viene diffuso dagli altoparlanti, un messaggio che

invita gli automobilisti a spostare il proprio veicolo per l'imminente arrivo della  nuova marea.

Sempre sulle maree non si può non  notare che ogni anno le stesse accumulano
un milione di metri cubi di sedimenti che si depositano nella baia,provocando così, poco a poco, un aumento del livello del terreno
rendendo più difficile l’arrivo del mare.


Secondo una leggenda, fu nel 708 che Oberto,
vescovo di Avranches, in Normandia,
fondò sul Mont Tombe un Santuario in onore dell’Arcangelo San Michele.


da 1300 anni , questa meraviglia  richiama milioni di visitatori.




Visitiamo il luogo partendo dai piani, attraverso un labirinto di corridoi e scale.


Seguono un gruppo di edifici,
costituiti da sei sale distribuite su tre livelli,
chiamati La Merveille




Il Chiostro che, come si può notare è composto
da colonne disposte in doppia fila e alternate,donandoci uno spettacolo senz'altro di rara bellezza.

Seguono altre immagini.....  









BUON VIAGGIO!


Desideravo farvi conoscere anche la Sacra di San Michele di casa nostra: niente mare e maree, ma tanti monti ricoperti di neve; e come, la sorella maggiore, è arduo arrivarci. Vi lascio alle immagini!































Le fotografie le ho trovate su Google. Arrivederci!