ad occhi chiusi

giovedì 5 novembre 2015




Un lago:gli occhi della mia mamma.
Un foglio di carta, 
una barca,
io. 

Vento: 
donami una brezza leggera 
per volgere la prua
 verso 
il porto sicuro delle sue braccia
per risentirmi cullare.
(Lucia)