poesie mie

giovedì 25 giugno 2015







Vento,
che gonfi le vele
spazza questo cielo
di nuvole nere
e rendimi l'azzurro in cui
mi perdo.
Vento,
respiro del giorno
sei tu che rubi il sorriso,
che sferzi le guance dei bimbi,
e sollevi le gonne alle fanciulle
dal piede leggero?
Vento,
che nell'ora del Vespro
ci regali il suono
di mille campane:
dolce invito alla preghiera.
Vento,
riposati,
lascia che oggi, 
sia solo
il sole a brillare.
(Lucia)









Al mio papà


Un pezzetto di cielo

erano gli occhi del mio papà.

Ma di un cielo chiaro senza nuvole

e quando la notte stette a guardare

li chiuse.


Salìrono in un cielo di stelle 


perchè io potessi incontrali


in ogni goccia di pioggia,


nelle ali di una farfalla


in ogni fiore che sboccia


nelle poesie scritte da un poeta.


Papà regalami l'azzurro


di giorni sereni,


accarezzami in ogni bacio


che mi viene donato


e non lasciarmi mai sola.


Auguri papà. La tua Cicètta.(con la e aperta del dialetto milanese!)