Signore delle cime

giovedì 6 novembre 2014




Dio del cielo,

signore delle cime

un nostro amico,

hai chiesto alla montagna.

Ma ti preghiamo,

ma ti preghiamo

su nel paradiso,

su nel paradiso

lascialo andare,

per le tue montagne.




Santa Maria,

signora della neve

copri col bianco,

(tuo) soffice mantello

il nostro amico

il nostro fratello.

Su nel paradiso,

su nel paradiso

lascialo andare,

per le tue montagne.


Questo è il ricordo di una giornata trascorsa a Passo Rolle (Selva di Val Gardena TN)

Sole caldo in un cielo azzurrissimo. Neve soffice piena di tanti piccoli diamanti.

E il alto il coro egli alpini che accarezzava tutta la vallata.

Questo è il reale che è rimasto impresso nella mia memoria.

Il reale risvegliato nel suo essere, dalla presenza, dallo stupore, dalla meraviglia.

Come lo sguardo di un bambino che apre gli occhi e incontra il viso della sua mamma.

L'essere non come entità astratta, ma come presenza.

E il mio cuore è grato e lieto e per questo ricordo,

E la coscienza percepisce la presenza di un Altro che si chiama preghiera e la lode.

BUONA GIORNATA.