Pensieri sparsi

venerdì 4 luglio 2014



Piove

Piove da un'ora soltanto,
ma il bimbo pensa che già
piove da tanto, da tanto,
sopra la grande città.
Piove sui tetti e sui muri,
piove sul lungo viale,
piove sugli alberi oscuri
con ritmo triste e uguale;
piove; e lo scroscio si sente
giungere dalle vetrate,
che versano lacrime lente
come fanciulle imbronciate.
Piove; e laggiù sulla via
e in ogni casa, già invade
l'intima malinconia
di quella pioggia che cade.


Mi è sempre piaciuta questa poesia di Ada Negri che imparai alle scuole elementari.

Un giorno di anni fa e, appunto, di pioggia, mi trovavo in Val Ganna, nel "Villaggio Alpino del T. C. I." . Eravamo al buio, perchè la luce era spenta, per un cortocircuito, non so il motivo preciso, e la maestra pensò di farci recitare, a turno, la poesia che amavamo di più. Io recitai, proprio recitai, questa. La maestra, mi fermò e mi chiese di ricominciare. Lo feci e la maestra mi ringraziò chiedendomi chi mi avesse insegnato a recitare così la poesia. Risposi: nessuno. Da quel momento divenni la lettrice ufficiale, dei brani da leggere durante i pasti! Che onore!
Quel giorno volai in alto nel cielo imbronciato come dice la poesia.
Ecco che il passato mi porta i ricordi di un giorno felice, di momenti felici.
Sapete cosa leggevo duranti i pasti? Passi del Vangelo che la Suora incaricata mi indicava. No, non è stato l'incontro con la I maiuscola!. Leggevo cose che nessuno mi spiegava e che poi dimenticavo. Non era giunto il momento giusto.....
Il momento che stavo vivendo doveva essere vissuto bene, utilizzato bene, "C'è un tempo per leggere e un tempo per capire".
Noi siamo fatti per delle cose grandi e belle, ma abbiamo bisogno dell'aiuto della mano Paterna. Lui che è il Signore del mio cammino, della mia vita.
Se vogliamo scalare una montagna, ci vuole una guida abile. Se vogliamo scrivere un libro, bisogna che qualcuno mi insegni la grammatica o la sintassi; se si desidera guidare un treno, un aereo, un autocarro dobbiamo prepararci con cura e ci si fa condurre e insegnare da persone preparate allo scopo.L'Incontro lo feci più tardi.
Infinite volte abbiamo la necessità di una spinta morale o fisica e di una mano tesa idealmente o praticamente.
Dobbiamo imparare a conoscere i nostri limiti, in questo conosceremo se abbiamo bisogno di un aiuto umano o...
Ma lo sappiamo che il nostro Dio è a portata di mano? Ci cammina a fianco? Lui è Tutto!
E' assurdo non invocarLo quando riconosciamo di non essere che piccole persone bisognose di sentirLo sorridere mentre ci abbraccia.
Allunghiamo il passo, tendiamo l'orecchio e sentiremo il Suo respiro, portato dal vento leggero che accompagna la pioggia di oggi, beh, anche dei giorni scorsi.....luglio mese del sole!!!