Fedeltà

giovedì 3 luglio 2014



Parliamone.
La fedeltà è la base delle virtù, poichè la virtù è la fedeltà alla legge del bene. La persona fedele ha il merito di farsi carico dell'amico infelice, nell'amicizia è e resta disinteressata.
V. Jankélévitch "fedeltà è permanenza di ogni cultura, da sola fonda la vita spirituale e morale"
e dice ancora che è il cuore della pazienza. La fedeltà fa del lampo una chiarezza, della scintilla una luce".
Non bisogna ingannarsi con l'amore. Noi donne temiamo, a ragione, di essere amate solo per quanto c'è in noi di "fuggevole" come la giovinezza o la bellezza che con il tempo muteranno il nostro aspetto.
La vera fedeltà è altrove. Trova la sua sorgente nell'amore più pieno, che si rivolge alla totalità dell'essere, a ciò che non passa. L'Amore di Dio.
Molto tempo fa, ricordo che chiesi a Paolo cosa ne pensava della fedeltà. Mi rispose. sbalorbendomi e facendomi molto arrabbiare: "Non me lo chiedere, perchè io sono fedele per natura!!!"
Gli risposi offesa:" Devi essermi fedele perchè mi ami non perchè sei così di natura! Se è così sappi che io non lo sono per natura, ma perchè ti amo....attento Paolo!"
E' importante continuare ad essere se stessi, magari rinnovandosi  ricordandosi ciò che l'altro ha trovato in noi tanto da incuriosirlo,fino ad amarci! 
Restiamo fedeli alla speranza, a ciò che ci ha fatto incontrare e crescere nell'amore, verso se stessi, verso l'altro e verso Dio.

C'è un tempo, nella nostra vita, che l'amore diventa tenerezza:il bacio della sera e quello del mattino, magari con gli occhi ancora chiusi dal sonno. Ma non solo questo.
Domenica scorsa era la festa di Paolo e Rosalba, sorella di Paolo, gli ha detto: "comprati i libri che vuoi, poi ti rimborso" E Lui, mi ha regalato un libro di cui avevamo parlato nei giorni precedenti, di un autore di cui non avevo letto niente e che a lui non piaceva: "Le poesie di PPP"
Ecco un esempio di tenerezza. Un amore che tenendoci per mano ci porterà in cielo, spero insieme!