Sai, Licia

sabato 21 giugno 2014




Con occhi velati  ti ho parlato di 
una vita di ricordi, ti ho guardata
amica, sorella,
 che nella sofferenza sorridi
e che, nonostante tutto
mi chiami per nome
e mi dici "Bella"

Bella è la tua anima
Licia.

Sei stata trasfigurata
come il Cristo che amiamo
di cui abbiamo parlato
per anni ai bimbi
del catechismo.

Bello è tutto ciò che
presenterai a Dio
il giorno lontano
che ti chiamerà.

Vorrei poterti accarezzare
come fa Daniela
ma sarebbe una sofferenza in più.

Silenziosamente
ritorno a casa senza
dimenticare nemmeno un istante 
di questo pomeriggio caldo
 di cui tu eri il sole.



Senza il Chi la realtà non è completa

Francesco
Giacomo e Elena ma Elena....
Eccola qui nel lettone con la sua mamma

Da tempo troppi letti vuoti. Ieri sera eccoli al completo.
Ciò che rende interessante questa serata non è ciò che appare, ma ciò che sentiamo nel cuore..
Tutti insieme come un tempo, anche se i volti, le persone sono cambiate, a dire la preghiera della sera, inventata da noi, dalla nostra gioia di stare insieme. Perchè il momento vissuto è interessante per il Chi che ha disegnato il nostro vivere, senza di Lui questa serata non avrebbo avuto spessore! (Il mio lettone è vuoto......le ciabatte ci sono....io faccio le foto!)
E Paolo? Non ricordate che ci sono le partite? E quando mancano quelle, attualmente non mancano, ci sono sempre, dei films western da vedere o rivedere....ma poi arriva.....