24 maggio festa di Maria Ausiliatrice - Lei infinitamente rara

sabato 24 maggio 2014


A tutte le creature manca qualcosa.
Non soltanto che esse non siano il Creatore,
Dio loro Creatore.
(Questo è nell'ordine delle cose.
E' l'ordine medesimo.)
Che esse non siano il loro proprio Creatore.
Ma in più manca a loro sempre qualche cosa.
A quelle che sono carnali manca precisamente di essere pure.
Noi lo sappiamo.
Ma a quelle che sono pure manca precisamente di essere carnali.
Bisogna saperlo.

A Lei invece non manca niente.
Se non veramente di essere Dio stesso.
Di essere il proprio Creatore.
(Ma questo è l'ordine.)

Poichè essendo carnale Lei è pura. 
Ma essendo pura, Lei è anche carnale.

Ed è così che Lei non è solo una donna unica tra
tutte le donne.
Ma lei è una creatura unica tra tutte le creature.

Letteralmente la prima dopo Dio. Dopo il Creatore.
Subito dopo.
Quella che si trova scendendo, subito quando si scende 
da Dio.
Nella celeste geriarchia.

Beata tra tutte le donne,
Lei non è soltanto la prima tra tutte le creature,
Lei è una creatura uniuca, infinitamente unica, infinitamente
rara.