C. Peguy: "La speranza dice Dio, mi stupisce"

venerdì 23 maggio 2014


Ma la speranza, dice Dio, ecco quel che mi stupisce.
Me stesso.
Questo è stupefacente.

Che quei poveri figlioli vedano come van le cose e che credano
che domani andrà meglio.
Che vedano come va oggi e che credano che andrà meglio
domani mattina.
Questo è stupefacente ed è davvero la più
gran meraviglia della nostra grazia.
E ne sono stupito io stesso.
E bisogna che la mia grazia sia in effetti d'una forza
incredibile.
Da quella prima volta in cui sgorgò dal suo
sempre sgorgare.
Nella mia creazione naturale e soprannaturale.
Nella mia creazione spirituale e carnale ed ancora spirituale
Nella mia creazione eterna e temporale ed ancora
eterna.
Mortale e immortale.
E questa volta, oh questa volta, da quella volta in cui sgorgò, 
come un fiume di sangue, dal fianco
aperto di mio Figlio.
Cosa bisogna che sia la mia grazia e la forza
della mia grazia perchè questa piccola speranza, vacillante
al soffio del peccato,
tremante per tutti i venti,ansiosa per il minimo alitare,
Sia così invariabile, si mantenga così fedele, così diritta, così pura; e invincibile
e immortale. ed impossibile da estinguere; che questa piccola fiamma del santuario.
Che brucia eternamente dentro la lampada fedele.



Charles Peguy scrive tra prosa e poesia. L'introduzione a questo libro che s'intitola "Lui è qui" tra l'altro dice: "A chi viene dopo di noi, a questa enorme famiglia senza volto di giovani, diciamo che non siamo stati in grado di capirlo veramente, ma che dalla sua parte sta il vero e il santo della vita".
Lo stesso Paul Claudel, che pur affermava di non amare nè il suo stile nè i suoi gusti, riconosceva a Peguy di essere stato una specie di eroe e di aver combattuto una "buona battaglia" Si può non avere gli stessi gusti - dice ancora Claudel- e tuttavia comprendere molto bene i gusti degli altri.
A me Peguy piace. Leggo spesso le sue riflessioni. A volte faccio fatica a comprendere, ma i suoi libri sono sempre a portata di mano. Per me sono una "buona lettura". Lucia