Maria SS Madre di Dio

mercoledì 1 gennaio 2014




IL NOME
                       
Gli fu messo nome Gesù
come era stato chiamato dall’angelo.
(Lc 2,21)
Squarcio  di Luce nel buio del mondo:
la Madre ha generato il Figlio
per ricreare una nuova generazione
di figli della luce, eredi dell’eternità.
Il volto di Dio brilla sul viso del Bambino
per chi non ha mai visto Dio;
auspicio di propiziazione
per un nuovo anno di una nuova vita.
Cresce lo stupore nei cuori attenti
ad ogni evento della storia:
la prima cosa che balza alla mente
è che alla storia del mondo ci pensa Dio.
Ci siamo tutti affaticati delle storiucole
imbastite da noi con le nostre
spinte ideali, sogni che non superano
la nostra schiavitù terrena.
Il Nome di Gesù costruisce la storia
per quelli che si affidano alla sua Sapienza
che sa fare bene tutte le cose
e ricreare quelle fatte male da noi.
La vita non può che generare vita,
la luce espande luce sempre;
l’avversario della luce spande
dubbi e angoscia nei cuori inariditi.
Gesù è nato per noi Salvatore,
basta alzare lo sguardo verso l’alto,
credere all’annuncio evangelico
con lo stesso stupore dei pastori.
E il Nome invocato incomincia
ad operare meraviglie di salvezza:
si aprono gli occhi, si dilatano i cuori,
nasce la speranza che non delude.
Tutto si fa nel Nome di Gesù:
giustizia e pace si abbracciano,
uomini si riconciliano per amarsi,
le morti nell’anima sconfitte per sempre.
Le tenebre si sgretolano a brandelli
per lasciare apparire un uomo nuovo
destinato alla vita eterna, capace
di opere buone scritte nell’anima.
Tutto si rinnova con la Luce vera:
relazioni umane, famiglia e figli, lavoro,
politica e società, tempo libero,
comunità cristiana illuminata dalla speranza.
Sbocci questo anno nuovo di vita
sotto lo sguardo benevolo della Madre
che non cessa di offrire il Figlio per rinnovare
il mondo fatto di uomini veri perché eterni.





Maria, madre dei sofferenti dona ai nostri figli la possibilità di vedere un mondo più giusto e più vero, dove possano godere della bellezza del Creato e crescere felici con persone che sanno amare.
Maria, facciamo ricorso al Tuo Amato Figlio, perché ci doni la pace.