A volte succede....

giovedì 7 novembre 2013

 
A volte mi sembra di parlare al vento... Ci sono due (o forse più) cose che ritengo inesorabilmente MIE. La borsa e il telefonino.
Ho ripetuto una infinità di volte, che non si guarda nella mia borsa e attualmente anche nel mio telefonino. Giù le mani!
Paolo non accetta questo mio senso di proprietà.
L'altro giorno è andato alla Vodaphon, naturalmente senza dirmi niente, e mi ha cambiato il programma (si chiama così?) insomma: "tu, Lucia, fai molti messaggi e meno telefonate, quindi per i messaggi (gratis) usi il tuo telefonino, quando devi telefonare usi il mio".
" Ma io voglio che il telefonino sia  mio per tutti gli usi!"
"ma così si risparmia!"
Stavo apparecchiando, lui continuava a non capire o forse ero io che non volevo capire, avevo in mano un piatto e l'ho scagliato con forza sul pavimento. Mille pezzi. Era l'ottavo di un servizio di dodici. Adesso sono sette.
C'è stato un momento di silenzio e di sguardi interrogativi. Io mi sono chinata e ho raccolto i cocci. In silenzio.
Paolo ha ripreso a leggere il giornale.
Dopo mi sono sentita leggera leggera. Un sorriso e il sole ha ripreso a splendere.
Oggi Paolo è andato dal dentista per l'igiene orale e sapete? E' uscito prendendo il mio telefonino!
Quando è rientrato...rideva!!
 
Quante volte capita che c'imbattiamo in Dio all'improvviso e qualunque ne sia la causa finisce sempre per essere un bell'incontro.