Una tazza di tè in compagnia

sabato 12 ottobre 2013



 

 
Ieri sera ho acceso una fiammella, dove da tempo, nascosto sotto la brace, ardeva un discorso da me mai puntualizzato. Devo specificare che ammiro molto le persone che con determinazione, ad ogni piè sospinto, raccontano bugie, e...se le ricordano!
Ma hanno aggiunto, parlo al plurale, ma la persona è una sola, che non sono io la Lucia in questione...non hanno mai fatto il mio cognome!
Sembra, poi che con il mio blog io, senza cognome, percepisca del denaro. Questo proprio non lo sapevo. Volete vedere che diventerò ricca!
 
Mia cara ragazza (più zitella che ragazza)ti prego perdimi di vista, Dio, se non lo sai, non guarda a ciò che scrivo sul mio blog, ma guarda al cuore. E questo lo sa solo Lui.
 
Scusate lo sfogo, specialmente dopo le frasi di Papa Giovanni Paolo II, domani vivrò meglio la festa. Sarò felice di andare ad ascoltare la Santa Messa di ristorarmi con il Pane Celeste, di ascoltare la Parola di Dio e di riempire il mio cuore di Pace. La pace che viene da Lui. Lucia senza cognome.


"Entrando nella vostra casa viene in mente l'io che ha un nome, ma in un secondo momento. In un primo momento emerge e s'impone il vostro io, così irripetibile e così carico di origine, di un valore, di una consistenza e di un destino donato.
I nomi non sono l'io, se non in quanto indicano l'io compiuto, l'io nella sua completezza. E' il vostro nome che porta in sé il peso dell'eterno, il peso del futuro, il peso del destino: come se il vostro io soffrisse questo peso e il vostro nome invece lo compisse." (L. Giussani)



Oggi, nell'attesa che arrivasse Daniela, ho voluto modificare la musica che accompagna i post che faccio. Sapevo che Beethoven aveva composto una sonata che mi piaceva tanto. Non ne ricordavo il n°. Ho aperto allora, un libro del Giuss e cercando  ho letto questo:
"Come la quinta sonata di Beethoven che incomincia con accenni di note che invitano, quasi come in un abbraccio che si rende vortice: "Camminate!" camminate verso il destino, verso il compimento del vostro io. Il compimento del vostro io è il vostro NOME, tant'è vero che il vostro nome implica anche la vostra modalità di vita, cioè la vostra vocazione, la modalità con cui la vostra vita serve al tempio nel tempo."
Poi subito è arrivata Daniela e ci siamo sedute in cucina, proprio nella stanza dedicata alle persone di famiglia. Ho trascorso un bel pomeriggio. Ho guadagnato una pianta che finirà per arricchire la mia fioriera. Firmato LUCIA NADAL!
 

 
Dani è un po' sfuocata! Non ti rende giustizia!