Maria Maddalena di Jan Dobraczynski (romanzo)

martedì 24 settembre 2013

 
 
A passi lenti l'uomo andò verso Maddalena.
Tremava tutta. Aveva dimenticato
il suo corpo percosso e ferito.
L'uomo che le si avvicinava la impauriva.
Ma non aveva la forza di sollevarsi da terra.
L'uomo si chinò su di lei. Ella fissava i suoi piedi
nei semplici sandali legati con un laccio.
Al colmo dello spavento aspettava il fulmine.
Al suo posto udì una voce virile,
profonda, inaspettatamente mite:
"Nessuno ti ha condannata?"
Quella mitezza la spinse ad alzare la testa.
I suoi occhi penetravano nell'intimo,
bruciavano e confortavano.
Erano come il fuoco che cauterizza una ferita e la guarisce.
"No, rabbi...Nessuno..."
"Nemmeno io ti condannerò. Torna a casa..."