Sublime...

lunedì 22 luglio 2013

Frederick McCubbin 1855-1917
 
 
"Siete come un flauto
attraverso il quale il mormorio delle ore
si trasforma in musica"
Khailil  Gibran
 
 
A volte siamo talmente assorti nel nostro andare che non ci accorgiamo di passare accanto a qualcosa di sublime. Questo ci capita spesso, direi quasi ogni giorno. Tutto ciò che ci circonda lo diamo per "banalità" per usuale, invece nasconde una parte di "sublime".
Ho incontrato oggi questa parola in un libro e mi è piaciuta molto, mi dà l'impressione che sia molto, ma molto di più della parola  "meraviglioso". Ho pensato che noi ci serviamo dei nostri occhi per guardare, quasi mai per vedere...per vedere il "sublime".
Tutti doni di Dio: la fragranza del pane, la sublimità della nostra vita quando diventa desiderio di musica, di armonia... al respiro che Dio ci dona e che in noi diventa vita.