Amore

sabato 6 luglio 2013



 
 
Dante: "Amor ch'a nullo amato amar perdona"
Manzoni:"Chi dava a voi tanta giocondità è per tutto e non turba mai la gioia de' suoi figli se non per prepararne loro una più certa e più grande".

Sono due frasi importanti. La prima ci ricorda che ogni persona che si sente amata, non può fare a meno di riamare.
La seconda parla dell'amore divino che non ci lascia mai soli, anzi trasforma la nostra sofferenza.

L'amore ha sempre le braccia aperte: per riceverlo e per donarlo. Con le braccia aperte lasciamo uscire l'amore che abita in noi e riceviamo quello che Dio ci dona.
Se chiudiamo le braccia attorno al nostro amore, ameremo soltanto noi stessi.
Dio ci aspetterà sempre.