Luna

giovedì 20 giugno 2013





La mia piccola barca sta viaggiando in acque agitate. La luce del faro che le indica la strada è accesa, ma lei ha gli occhi pieni di lacrime e non la vede. Oggi si sente sola e incompresa! Vorrei che mi parlasse a cuore aperto, che mi dicesse veramente cosa pensa, sfogarsi è molto utile. Ci siamo lasciate senza darci un bacio ed è andata a casa sua. Ora il mio nido è vuoto.
Così sono andata a letto. Ma non potevo dormire... Ecco finalmente le finestre aperte! E nel cielo...una luna grossa così! L'ho guardata, le ho sorriso e anche lei mi ha sorriso, ma solo per un attimo...sono arrivate le nuvole dispettose a dividerci. Mi sono alzata e sono andata a prendere la macchina fotografica e guardando il cielo le ho detto:"ti aspetto. Tornerai?" Anche le stelle si erano nascoste, la luce di Venere però mi chiamava. Ho sorriso anche a lei. "grazie per la tua luce, non te ne andare, ho bisogno del mio cielo!" Le nuvole intanto si erano diradate e i loro bordi erano illuminati.
" Amica mia stai tornando? Sono qui. Voglio ringraziarti per le migliaia di sogni che noi facciamo quando tu brilli regina nel cielo! Aiutami a trovare le parole per consolare la mia ragazzina che vorrebbe essere grande per veder  risolti i suoi problemi. Basterebbe una frase sincera che la faccia sorridere nuovamente."
Eccola, la mia luna...Sorrido felice e vorrei fotografarla, ma s'accende un'altra  luce....è Paolo "Cosa fai lì?" "Niente pensavo..."
"Vai a letto, domani sarai stanca se non dormirai abbastanza!"
Ciao luna buonanotte. Ti aspetto domani!