Fra Davide vMaria Montagna

sabato 6 ottobre 2012

  
 
 
«Impotente è il mio pregare
 incessante
 alla tua presenza muta,
 mentre le parole si spengono
 in breve cerchio
 senza eco.
 Almeno lasciami credere,
 o invisibile Amato,
 che la tua impercettibile
vicinanza sta rinsaldando
 senza tregua
 il destino della mia esistenza»