meeting Il cammino dell'estate

venerdì 13 luglio 2012



Abbiamo ripetuto spesso che le vacanze sono "il tempo della libertà", perchè nel tempo libero viene a galla a che cosa uno tiene davvero. Ma ci vuole poco a sostituire l'espressione con un'altra che ci sta diventando familiare:"E' il tempo della persona".
Che cosa significa che è "il tempo della persona?" Che cosa possiamo iniziare a scoprire di noi stessi, anche in queste settimane in cui gli impegni rallentano e l'anno sociale fa una pausa.?
"Il tempo della persona" può allora diventare un'etichetta appiccicata ad una vita che scorre altrove. Prima di tutto è che la persona è un cammino. Non è un concetto, qualcosa di chiuso di definito, ma è un cammino di crescita. Anche dolorosa, faticosa. Ma un cammino. Un cammino in cui rischiamo la nostra umanità fino in fondo. Non c'è ambito che garantisca che non subiremo alcun rischio; non c'è luogo o circostanza che lo renda automatico; non c'è slogan che sostituisca il dramma di vivere. Grazie a Dio.
Davanti alle sfide di quest'anno (la crisi, le inchieste, la politica) ci siamo trovati tante volte confusi.
Dire "io" era la cosa meno scontata. Ogni cosa non accade per caso: Nella vita di chi Egli chiama, Dio non permette che accada qualcosa se non per la maturità.
Ognuno di noi è chiamato a fare delle scelte: continuare un cammino e maturare o affondare...
Non lo decidono le cose: lo decidiamo noi."la nostra libertà". La persona. Buon cammino.


Oggi è Sant'Enrico



Da noi tutti ( vedi sotto) un regalo virtuale! Quello vero quando avrai finito di leggere questi...se non ti dovessero piacere, passali al babbo!




AUGURI ANCHE DA ADA!


e...per brindare