4a domenica di Quaresima di G. Sacino

domenica 18 marzo 2012



"Dio amava il suo popolo e la sua dimora"....
"Dio, ricco di misericordia, per il grande amore con il quale ci ha amati"...
"Dio ha tanto amato il mondo"...
E' un ritornello costante di tutta la rivelazione e oggi la Parola ce lo ripete ancora una volta.
Dio non si stanca di amarci e il Suo amore si fa attesa del figlio lontano, speranza di pentimento sincero; stimolo ad abbandonare le vie del male e seguire, finalmente, le vie del bene.
Dio ci ama tanto da sacrificare il Suo Figlio unigenito per noi, ma non ci impone il suo amore.
L'amore è libertà; non di prendere o lasciare per ogni capriccio del cuore, ma di scegliere per sempre, senza pentimenti, senza nostalgie.
Dio ci ama così.
E mai si pente di averci amati.



Padre ricco di misericordia
che ci hai amati
e ci ami
per il tuo grande amore
ascolta il lamento dell'esule,
il pianto della mia Babilonia.
Le vie della vita
ci portano lontano da Te
e Tu, Padre,
continui a cercarci;
innamorato, mai deluso
e ci doni salvezza.
Ascolta il lamento del mio cuore
vieni, vieni e accendi la luce del Tuo Cristo,
Lui che solo
orienta la vita
verso l'abbraccio con Te.
Amen.