Pensando a Gesù Trasfigurato di G. Sacino

lunedì 5 marzo 2012



Da qualche parte ho letto
una canzone d'autore
famoso, rinomato, osannato -
è una canzone senza speranza
una preghiera blasfema.
E' la canzone di San Giovanni (*)
di una storia sempre
uguale a se stessa
senza fede, senza fondata speranza.
Se la fede non servisse ad altro
che a sperare, già per questo
dovremmo invocarla.
Ma io credo, Signore,
che la Tua trasfigurazione
non è stata un sogno:
è il seme di ciò che saremo
quando la pianta potata
darà il suo frutto abbondante.
Trasfigurazione,
non il sogno di Giammai
ma la certezza di già e ora
della Tua redenzione
che cambia la storia dell'uomo
in storia d'amore
per chi lo vuole.
Fammi essere tra questi
o Signore.
Amen.

(*) Bertolt Brecht, poesie, Milano 2004