Il più grande spettacolo dopo il Big Bang da Tracce di gennaio (riassunto da me)

mercoledì 15 febbraio 2012



Non solo i "cieli", ma tutto parla del Creatore. Alla domanda "Chi è Dio per te? Marco Bersanelli (astrofisico che ha collaborato a Planck un satellite messo in orbita dall'Agenzia Spaziale Europea il 14 maggio 2009) chiama in causa tutta la sua vita: la famiglia, le amicizie, i desideri, il lavoro.
"Proverò a rispondere a questa domanda partendo proprio dal mio lavoro.
Mi occupo di ricerca scientifica nel campo della cosmologia, la scienza che studia la struttura e l'evoluzione dell'universo nel suo insieme. Da 20 anni circa, sono impegnato nel più ambizioso progetto in questo settore, il satellite Planck e che ora si trova in orbita a un milione e mezzo di chilometri dalla Terra. Così oggi, davanti a imprese così importanti, non posso non chiedermi chi è Dio in questo universo immenso? Rispondo con le parole del Salmo 8:
Se guardo il Tuo cielo,
opera delle Tue dita, 
la luna e le stelle che
Tu hai fissate, che cosa
è l'uomo perchè Te ne ricordi
e il figlio dell'uomo perchè Te ne curi?
Che cos'è l'uomo, chi siamo noi in questa "smisurata stanza" della creazione? Grani di polvere. Ma il Salmo 8 dice inoltre: "Eppure l'hai fatto poco meno
degli angeli, di gloria e di onore lo hai coronato. "
E' impressionante pensare alla piccolezza dell'uomo e al tempo stesso alla grandezza della sua natura, commensurabile solo con l'infinito. L'uomo è l'autocoscienza del cosmo.
Quando penso alla grandezza di Dio mi vengono in mente quei passi dell'Antico Testamento nei quali la sproporzione tra Dio e l'uomo viene usata come emblema della Sua misericordia infinita:
"Quanto il cielo sovrasta la terra,
tanto le mie vie sovrastano le
vostre vie, i miei pensieri sovrastano
i vostri pensieri" (Is 55,9)
E' il pensare che quando hai a che fare con la famiglia,con gli amici,con il lavoro, hai a che fare con Cristo. Questa è una frase che mi disse Giussani una volta che lo incontrai. Poi guardò sulla scrivania e raccolse alcuni grani di polvere e aggiunse: Anche loro, vengono da Lui.
Tutto viene da Lui. La realtà non si fa da sè, ogni cosa è data, è creata, ora. Cogliere questo fa la differenza.
Benedetto XVI  ai seminaristi il 18 ottobre 2010 disse:"Per noi Dio non è un'ipotesi distante, non è uno sconosciuto che si è ritirato dopo il Big Bang. Dio si è mostrato in Cristo Gesù. Nel Suo volto  e nelle Sue parole sentiamo Dio stesso parlare con noi".

Intervento alla XXV Assemblea Plenaria del Pontificio Consiglio per i Laici su "la questione di Dio oggi" Roma 25 novembre 2011.

Il forestiero 1970


Ecco l'unica canzone che salvo della partecipazione del Sig. Celentano al Festival di Sanremo