S.Teresa di Lisieux: Gesù,diletto mio, ricordati

lunedì 2 gennaio 2012


Ricordati la gloria di Tuo Padre,
ricordati degli splendor divini,
lasciati per venire in questo esilio
a salvar gl'infelici peccatori.
Quando Tu t'abbassasti,
scendendo su Maria,
velasti la grandezza
e la gloria infinita.
Di quel grembo materno,
a Te secondo Cielo,
ricordati.

Ricordati che il dì del Tuo Natale
lasciando il Cielo gli Angeli cantavano:
"La gloria a Dio, l'onore e la potenza,
la pace ai cuor di buona volontà".
Da diciannove secoli
mantieni la promessa,
Signor, dei figli tuoi
la pace è ricchezza.
Per gustare per sempre
questa Tua arcana pace,
io vengo a Te.

Nascondimi, Gesù, tra le Tue fasce;
voglio sempre restar nella Tua culla;
là io potrò con gli Angeli cantare,
le gioie Tue ridir dei primi giorni.
Ricorda i pastorelli,
Gesù, ricorda i Magi,
e la gioiosa offerta
dei cuori e degli omaggi.
Dello stuolo innocente
che Ti donò il suo sangue
ricordati!

Ricorda che le braccia di Maria
Tu preferisti al trono Tuo regale.
A sostentar la vita, o Bambinello,
avei soltanto il latte verginale.
Al festino d'amore
che t'appresta Tua Madre,
degnati d'invitarmi,
Gesù, mio fratellino,
e che la sorellina
ti fè battere il cuore,
ricordati.


Solennità di Maria SS. Madre di Dio. Prego di G. Sacino



Hai assunto la natura umana
Tu, eterno figlio di Dio.
Vero Dio e vero uomo,
mistero di un Sì
detto da una Donna;
mistero di ogni Sì
detto da donna alla vita.

Tutto parte e tutto si ricompone
in Te;
Tu sei la pace
tra Dio e l'uomo;
Tu sei la pace
tra ogni uomo.
In cielo e in terra
dove c'è l'uomo
ci sei Tu.

Se ci credo sarò sempre uomo di pace;
se non credo la pace troverà altre strade
La Pace sei Tu
che cammina con l'uomo.
Che non Ti deluda, Signore!
Amen.