Natale: pensieri

venerdì 23 dicembre 2011


Natale: ecco la notte della più grande esaltazione dell'uomo: in essa egli trova la sua nascita.
La mangiatoia: il primo luogo dell'incontro tra Dio e gli uomini.
Colui che è nato in tutta la debolezza dell'uomo è nato per aiutarmi ad essere persona, pienamente cosciente di essere figlio di Dio poichè il Figlio di Dio si è fatto uomo.
Non tutti sono felici in questa ricorrenza del Natale: c'è chi è disperato dentro, chi si sente solo, lontano dalla vita. Gesù, il bambino che giace nella mangiatoia è già una promessa: nel cuore stesso di chi non ha emozioni può germogliare una briciola di speranza, nel cuore delle tenebre può risplendere una luce se noi, poveri in spirito, se le nostre mani, normalmente vuote, diventano incontro donando speranza.
In questi momenti di perenne confusione cerchiamo il silenzio e la pace delle nostre chiese e preghiamo che Dio si manifesti principalmente nei nostri cuori.
Buon Natale a tutti.