Prego (3° domenica d'Avvento)

sabato 17 dicembre 2011


Cantare la Tua lode,
cantare e sorridere
e vivere in perenne Alleluja,
anche quando il dolore incombe
e rattrista la mia anima.
Cantare e gioire
per i Tuoi doni,
la Tua presenza, la Tua grazia
e la forza dello Spirito
dovrebbe essere il segreto di chi Ti ha incontrato,
o Signore.
Donaci uomini e donne
innamorati di Te,
pazzi per Te, e, come Francesco d'Assisi
-giullare di Te- e
Giuseppe da Copertino che
al suono del Tuo nome,
ballava di gioia
lanciandosi in voli d'amore...
Donaci un popolo di uomini e donne
capaci di vivere il Magnificat
e il mondo scoprirà
che Tu, solo Tu, sei
la vera gioia;
già da questa terra.
Amen (Giuseppe Sacino)