Commemorazione dei defunti: Prego di G. Sacino

martedì 1 novembre 2011



Oggi non è un giorno triste, Signore Gesù,
anche se il cuore è pieno di rimpianti.
Un fiore al cimitero e una preghiera
non placano il rimorso di amori offesi,
di errori compiuti verso persone amate
che non sono più. Ormai passati a Te.

Oggi è la memoria della Pasqua, la Tua, o Gesù,
Tu che vinci la morte per Te e per noi.
La pasqua dei nostri morti.

Tutti li mettiamo sul Tuo cuore,
tutti li affidiamo a Tua Madre;
per tutti Ti chiediamo la grazia di contemplare,
in eterno, il Tuo volto.
E quando anche per noi
verrà l'ora di separarci dal corpo,
voi, anime belle, aiutateci
perchè la morte non ci colga impreparati,
ma. prima, recitando il Miserere
poi, come la sposa attende lo sposo,
cantare per sempre il Magnificat
della vita che non muore.
Amen.

sogno






Ho sognato di volare, così in alto che il blu diventava nero. Di lassù si poteva vedere tutto e sembrava che per tutto ci fosse una ragione.