Domenica delle Palme: Prego di G. Sacino

sabato 16 aprile 2011



Sei un dio diverso,Signore Gesù,
diverso dai nostri pensieri,
dalle nostre attese, dai nostri sogni pii.
Sei un assurdo per la nostra razionalità,
un dio impossibile da catalogare.
E di un dio così, non funzionale,
il potere non sa che farsene.
Può solo tentare di eliminarti
e ci prova.
Ieri come oggi, come domani.
Chi cerca un dio che porta la croce?
Sei decisamente fastidioso.
Ma se faccio spazio all'amore,
se interrogo davvero ogni creatura,
se mi chiedo perchè l'innocente è offeso,
se amo per poter capire,
allora tutto è chiaro:
Tu sei l'amore crocifisso.
Solo Dio può amar così.
Tu,
il mio assurdo
Tu,
follia d'amore
che mi fa comprendere
la vita.
Oggi, domani e nell'eternità.
Amen