mercoledì 9 febbraio 2011

L'AMICIZIA di Davide Rondoni



Gli amici cambiano. Su alcune amicizie cala l'inverno, altre risplendono in piena luce di primavera. La vita può portare lontano. Cambiano le facce che frequenti. L'amicizia a pochi volti fissi. C'è un continuo cambio di primi piani. Peggio non è cambiare amici (ci possono essere buoni motivi per farlo, o necessità) il peggio è rimanere senza amicizia. Ma il problema di ogni amicizia è il tipo di legame. Il legame conta. Quello è l'amicizia: non la frequentazione, non la condivisione, non l'accordo. Gli amici cambiano, il legame resta. Il problema è quando cambiano gli amici e non c'è più nessun legame. E allora l'amicizia è solo una giostra. E dopo l'inverno non ci può essere primavera. I legami sono le radici delle foglie dell'amicizie. Le amicizie sono il fiore di una capacità di legame. Il legame è la libertà coinvolta con tutto il mondo. La libertà che ha fame del mondo, e lo rispetta. L'amicizia è un desiderio rispettoso dell'altro. Il legame tra l'anima e il mondo nutre il desiderio e nutre il rispetto. Se il legame con il mondo è di amore, le amicizie sono tante, mutevoli, nutrite. Sottoposte al mutare delle stagioni, ma mai nessuna è preda finale del Novembre e del grande Inverno.